NUOVO MASTER YOGAEDUCATIONAL A CATANIA


Su richiesta dei neo diplomati dell’ISFIY di Catania apre in Sicilia il secondo Master Yogaeducational con la stessa qualità del prestigioso Master di Bologna e con illustri docenti esperti di psicologia dello sviluppo, psicologia della comunicazione, pedagogisti ed esperti di yoga per bambini e ragazzi.
Il Master Yogaeducational è il primo corso di specializzazione di yoga per bambini e yoga a scuola organizzato in Italia già nel 2000.
Ha ottenuto importanti riconoscimenti e ha promosso l’insegnamento ufficiale dello yoga come materia a credito formativo presso le Università Italiane.
È espressamente citato nel protocollo d’Intesa con il MIUR per l’inserimento dello yoga a scuola come modello qualitativo nella formazione dell’operatore yoga nelle scuole.

Per informazioni e iscrizioni:
E-mail: yogaeducational@alice.it
Direttrice: Antonietta Rozzi - docente a contratto di Pedagogia Yoga presso la Facoltà di Scienze della Formazione – Università di Bolzano
Cell. 339 6208821 
Coordinatrice in Sicilia: Laura La Rosa 
Cell. 347 4073729


 

IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER IL MASTER YOGAEDUCATIONAL



Yoga nell’ora di ginnastica. L’idea di «esplorare la possibilità di introdurrlo nel programma nelle scuole italiane e di ottenere la certificazione per l’insegnamento dello yoga da parte di istituzioni qualificate» si collega agli effetti benefici della sua pratica. Secondo alcuni studi pubblicati su riviste scientifiche, ridurrebbe lo stress e potenzierebbe le capacità di apprendimento, ecco perché l’idea di introdurlo nelle scuole non è cosi stravagante. E adesso l’ipotesi spunta nel memorandum firmato in India dal premier Paolo Gentiloni che, a Delhi, ha incontrato il suo omologo Narendra Modi.

Ma cosa significa questo annuncio per le scuole italiane? In realtà non si tratta di una novità assoluta: il primo di cinque protocolli d’intesa siglati dallo Stato italiano con la Federazione yoga risale al 1998, l’ultimo al 2015. Vi si legge che il ministero dell’Istruzione «promuove, nel quadro del più vasto progetto educativo della singola istituzione scolastica, la diffusione dell’attività motoria finalizzata alla partecipazione della totalità degli alunni, per contribuire al processo di sviluppo della persona e al suo inserimento autonomo nell’ambiente; ritiene di consentire che nella scuola possano essere avviate iniziative di pratica yoga, considerato come uno dei metodi di sviluppo armonico della intera personalità e delle potenzialità di ogni singolo individuo». 
Dunque attualmente esiste la possibilità per le scuole di aderire su base volontaria a questo protocollo. La Federazione italiana yoga avrebbe il compito di certificare che gli insegnanti iscritti all’Albo abbiano intrapreso un percorso di formazione e ottenuto il Diploma federale, abbiano maturato almeno due anni di esperienza di insegnamento dopo il diploma e seguano annualmente i corsi di aggiornamento. Il problema è che questi insegnanti vanno pagati, ecco perché, con la generalizzata carenza di fondi, i corsi sono partiti solo in alcune scuole.
L’annuncio di Gentiloni ha fatto la felicità di Modi, patito dello yoga, al punto di avere proclamato una giornata nazionale dello yoga che cade il 21 giugno: in occasione della sua prima celebrazione, nel 2015, è stato Modi in persona a guidare sul prato dell’India Gate, per circa «35 minuti yogici», almeno 45.000 persone provenienti da tutto il mondo, tra cui buona parte dei suoi ministri.
«Lo yoga incarna l’unità di mente e corpo, pensiero e azione, moderazione e realizzazione, l’armonia tra uomo e natura e un approccio olistico alla salute e al benessere. Non si tratta di esercizio, ma di scoprire il senso di unità con sé stessi, il mondo e la natura» ha detto Modi, ospite dell’Onu. Lui stesso, vegetariano e praticante di yoga, identifica questa pratica come un pilastro della cultura indù che promuove in senso integralista, per questo la sua iniziativa ha attirato critiche e proteste di cristiani e musulmani.

www.corriere.it

http://www.corriere.it/scuola/17_ottobre_30/yoga-insegnato-scuola-l-ora-educazione-fisica-ipotesi-gentiloni-144f703a-bd69-11e7-b457-66c72633d66c.shtml


Dunque attualmente esiste la possibilità per le scuole di aderire su base volontaria a questo protocollo. La Federazione italiana yoga avrebbe il compito di certificare che gli insegnanti iscritti all’Albo abbiano intrapreso un percorso di formazione e ottenuto il diploma federale, abbiano maturato almeno due anni di esperienza di insegnamento dopo il diploma e seguano annualmente i corsi di aggiornamento o abbiano frequentato il Master in Operatore Yoga per la Scuola dell’Istituto Yogaeducational.


APERTURA A OTTOBRE
DI UN NUOVO CICLO
DEL PRESTIGIOSO MASTER
YOGAEDUCATIONAL


Il
 primo corso di specializzazione di yoga per bambini e ragazzi in Italia con la partecipazione di prestigiosi docenti per ogni materia

L’unico corso di yoga per bambini con Protocollo d’Intesa con il MIUR e con il patrocino dell’Università statale dello yoga in India e di Università Italiane.


Il primo corso di specializzazione yoga per bambini è iniziato nel 2000 con grande successo. È un corso strutturato, con diverse materie di studio e con applicazioni pratiche e didattiche.

La qualità e la struttura di questo corso sono state il punto di partenza per l’inserimento dello yoga come metodologia  per lo sviluppo e l’apprendimento nelle scuole e l’insegnamento della pedagogia yoga anche all’Università grazie all’impegno della fondatrice Antonietta Rozzi.

Accreditato dal Ministero della Pubblica Istruzione con Protocollo d’Intesa , con il Patrocinio della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bolzano e e dall’Università S_VYASA  dell’India, questo corso segna una importante collaborazione tra pedagogia tradizionale e metodologie yoga per la crescita e lo sviluppo sano e armonioso di bambini e ragazzi sempre più bersagliati da stimoli contrastanti e da ritmi veloci e innaturali.

Le metodologie dello yoga proposte da esperti e studiosi della disciplina consentono di acquisire una formazione di alto livello in grado di inserire lo yoga nelle scuole e nei programmi scolastici con competenza e conoscenze anche pedagogiche e psicologiche in grado di assicurare continuità e rispetto dei programmi scolastici.

Lo yoga rappresenta un valido aiuto per sostenere i processi di sviluppo e apprendimento ma anche per risolvere problematiche e difficoltà.

Esperienza, qualità e professionalità nelle proposte delle metodologie Yogaeducational sono le condizioni indispensabili per una fattiva e continuativa collaborazione con il mondo della scuola e il mondo accademico e per promuovere nuove ed efficaci metodologie di recupero da disagi e tensioni per una crescita in equilibrio e autonomia.

Il MIUR nel protocollo d’Intesa per lo Yoga nelle scuole indica come  riferimento qualitativo i programmi formativi del MASTER YOGAEDUCATIONAL.



 

 

Quest’anno anche i bambini partecipano all’International Yoga Day

 


Yogaeducational ha organizzato, in collaborazione con la Federazione Italiana Yoga e l’Ambasciata Indiana, lezioni di yoga in molte città italiane in occasione dell’International Yoga Day Yogaeducational.
I bambini, guidati da diplomati Yogaeducational, hanno eseguito la stessa seduta all stessa ora in molte città italiane creando una sinergia di gioia e pace come solo i bambini possono regalare.
 
 

 

 

 

Congratulazioni ai neodiplomati del corso di Bologna

 

 

 


 

Protocollo d’intesa tra l’Università di Bolzano e la S-VYASA University

 

La Preside, Prof.ssa Liliana Dozza, e il Dott Manjunath Nandi firmano il Protocollo d’Intesa tra Università di Bolzano/Bressanone e S-VYASA University di Bangalore

 

Facoltà di Scienze della Formazione di Bressanone della Libera Università di Bolzano in occasione della firma di un protocollo d’Intesa per favorire
lo yoga nelle scuole e nella formazione universitaria degli educatori.
Dott. Manjunath Nandi e Dott.ssa Vasuddha Sharma dell’Università S-VYASA di Bangalore, la Preside della Facoltà di Scienze della Formazione, Prof.ssa Liliana Dozza, il Presidente di Sarva Yoga International e docente di Pedagogia Yoga, Antonietta Rozzi, e il Dott. Eros Selvanizza, Presidente della Federazione Italiana Yoga.

 

Il 6 marzo 2017 è stato firmato un Protocollo d’Intesa tra la Facoltà di Scienze della Formazione di Bressanone, Università di Bolzano, e l’Università  dello yoga S-VYASA di Bangalore.
Questo Protocollo ha come scopo la collaborazione delle due Università in progetti di ricerca sullo yoga nelle scuole oltre a scambi di studenti per l’inserimento dello yoga in ambito educativo. L’intenso lavoro dell’Istituto Yogaeducational e la qualità dei suoi insegnamenti hanno portato a questo importante risultato che segna una svolta sia nella pedagogia occidentale che nello yoga.
Grazie alla visione aperta della Preside della Facoltà, Prof.ssa Liliana Dozza, e all’intensa opera di divulgazione e impegno della fondatrice di Yogaeducational, Antonietta Rozzi, lo yoga è diventato strumento educativo a pieno titolo e materia di insegnamento ufficiale all’Università.
Questo straordinario risultato viene spesso citato dal Rettore di S-VYASA University, Dr. H.R.Nagendra, come un brillante e pionieristico esempio di sviluppo dello yoga in Occidente e come modello da seguire anche in India.

 

 

Sessione d’esame allUniversità di Bolzano


Studenti di Scienze della Formazione dell'Universita di Bolzano alla sessione d'esame di Febbraio 2017 del corso di Yoga per Bambini con la docente Antonietta Rozzi.
Per la prima volta in occidente lo yoga è materia di studio curricolare con esami e crediti formativi per gli studenti grazie all'impegno di Antonietta Rozzi e del suo Master YOGAEDUCATIONAL la cui qualità ha conferito allo yoga dignità di materia universitaria a pieno titolo.

 

 

Yogaeducational in Norvegia

La conferenza su Yoga ed educazione alla pace, tenuta di Antonietta Rozzi nel maggio 2016 a Ujjain, in India, in occasione del grande raduno del Kumbha Mela, ha suscitato vivo interesse tra il pubblico presente. In particolare, due psicologhe si sono dichiarate molto colpite dal lavoro fatto in ambito educativo in Italia e hanno proposto alla dottoressa Rozzi, già docente a contratto di pedagogia e yoga all’Università di Bolzano, di partecipare ad alcuni incontri in Norvegia per lo sviluppo dello yoga in ambito sociale ed educativo.
La dottoressa Ingunn Hagen, docente di psicologia clinica e di psicologia della comunicazione nei media all’Università di Trondheim, in Norvegia, e la dottoressa Usha Sidana Nayar, direttrice del Dipartimento di psicologia del Tata Institute of Human Sciences di Bombay, hanno organizzato un workshop per sviluppare progetti di ricerca sullo yoga a scuola e per lo sviluppo di questa disciplina in Norvegia.
Il presidente FIY Eros Selvanizza ha illustrato la collaborazione, con Protocollo d’Intesa, con il Ministero dell’Istruzione, università e ricerca (MIUR) del Governo Italiano, che dal 2000 vede la Federazione Italiana Yoga impegnata nella divulgazione dello yoga come strumento pedagogico grazie all’impegno costante di Antonietta Rozzi, la quale ha ottenuto e poi fatto rinnovare il Protocollo stesso fino a oggi, vincendo con determinazione le lentezze e, a volte, le inerzie della burocrazia.
Antonietta Rozzi ha presentato alla conferenza i numerosi progetti di yoga nelle scuole pubbliche, oltre 250, e la ricerca condotta con l’Università di Bolzano sugli effetti dello yoga nelle scuole primarie, con la partecipazione di oltre 30 scuole di 13 regioni diverse in Italia.
Il report, anche se in fase di conclusione non ancora ultimata, ha riscontrato un vivo interesse dei partecipanti alla sessione di lavoro di diversi Paesi (Stati Uniti, Gran Bretagna, India e Norvegia), al punto che Antonietta Rozzi è stata invitata a tenere lezioni di yoga all’Università NTNU di Trondheim, non solo in ambito educativo ma anche alla Facoltà di Psicologia.
L’Istituto Yogaeducational cha ha fondato e che dirige, ha da sempre puntato sulla qualità degli insegnanti che forma, per dare alla figura dell’insegnante yoga la dignità e la professionalità che richiede  per essere “credibile” e accettata anche in ambienti accademici.
Questo lavoro lungo e serio, fatto di impegno e innovazione,  ha non solo valso alla FIY il Protocollo ufficiale con il MIUR, ma anche questi riconoscimenti internazionali con un ruolo di pioniere che Antonietta Rozzi persegue con grande serietà da molti anni.
A novembre è iniziato un nuovo anno del Master Yogaeducational con una numerosa partecipazione; il corso è così ambito che le iscrizioni sono state chiuse e alcuni sono già in lista d’attesa per il prossimo anno.
Un impegno e una collaborazione internazionale contribuirà  sicuramente a dare maggiore visibilità a quello yoga serio e tradizionale, senza innovazioni inutili e senza spettacolarità, che la FIY e i suoi docenti perseguono da anni con indiscussi risultati e riconoscimenti.

 

 

Eros Selvanizza e Antonietta Rozzi
ospiti del Ministero dello Yoga AYUSH
del Governo Indiano

 

Antonietta Rozzi e Eros Selvanizza con il Dr. Manjunath Sharma, ospite del Congresso FIY di Assisi 2016

 

 

Il Presidente FIY e il Presidente di Yogaeducational con il premio di partecipazione alla Conferenza Internazionale organizzata dal Ministero dello Yoga AYUSH a Delhi il 22 e 23 Giugno 2016

 

 

Il presidente FIY Eros Selvanizza con il Joint Secretary di AYUSH alle Relazioni Estere Dr. Jitendra Sharma

 

 

Antonietta Rozzi con il Ministro AUYSH Shripad Yesso Naik

 

 

Antonietta Rozzi con il gruppo di conferenzieri

 

 

 

Antonietta Rozzi invitata dal Governo dello Stato del Madhya Pradesh

 

Antonietta Rozzi ospite conferenziere al Congresso yoga 2016 in occasione del grande readuno del Kumbha Mela a Ujjayin. Nella stessa occasione è stata invitata dal Governo dello stato del Madhya Pradesh per una conferenza sullo sviluppo sostenibile.
Grande interesse ha suscitato la sua esposizione del lavoro svolto da Yogaeducational in Italia e dell’insegnamento e ricerca sullo yoga nelle scuole in collaborazione con le università.

 

 

 

Yoga è materia di esami all’Università

 

Il primo corso ufficiale come materia universitaria tenuto da Antonietta Rozzi all’Università di Bressanone/Bolzano.

 

 

 

 

XI EDIZIONE DEL MASTER IN OPERATORE
YOGA PER LA SCUOLA

 

 

Grande successo per la nuova edizione del Master che è iniziato a novembre 2015 a Bologna, con un numeroso e entusiasta gruppo di partecipanti da ogni parte d’Italia. Altri che non sono potuti essere ammessi si sono pre-iscritti per il prossimo anno.
È un ulteriore successo del prestigioso corso, il primo in Italia a affrontare lo studio della disciplina yoga in contesto scolastico e Pedagogico. E con prestigiose collaborazioni universitarie.
Ha inaugurato il corso il Prof. Franco Frabboni, già preside di Scienze della Formazione e Professore Emerito dell’Univesrità Alma Mater di Bologna, Prof. Giuliano Boccali docente di sanscrito e cultura indiana all’Univsersità di Milano e lo Psichiatra prof. Felice Carugati docente di psicologia dello sviluppo insieme a esperti di yoga: Antonietta Rozzi docente di Pedagogia Yoga all’Università di Bolzano/Bressanone e Matteo Selvanizza, docente esperto di yoga per bambini e metodologie antistress.
Il gruppo ha apprezzato l’alto livello del corso e dimostrato intensa partecipazione.
Il corso è accreditato con Protocollo d’Intesa tra il MIUR e la Federazione Italiana Yoga ed è espressamente citato nel Protocollo come garanzia di qualità per l’insegnamento dello yoga in tutte le scuole italiane.

 


 SEDE 
Il Master si tiene nel centro storico di Bologna, presso:
CENTRO NATURA E SPORT
Via degli Albari, 6 - Bologna

Date Master Yogaeducational Bologna 2017/2018 


21/22 Ottobre  2017

25/26 Novembre 2017

17/18 Febbraio 2018

14/15 Aprile 2018

12/13 Maggio 2018

 

Date Master Yogaeducational Bologna 2018/2019 


27/28 Ottobre 2018


19/20 Gennaio 2019

16/17 Marzo 2019

13/14 Aprile 2019

18/19 Maggio 2019